Comuncato del 1° settembre 2020:
L’ Agorà Volley A.S.D. comunica il cambio al vertice dell’ Associazione Pallavolistica:
Giuliano Telch è il nuovo presidente succedendo a Mauro Papagna.

Agorà Volley ringrazia di vero cuore il presidente uscente che ha guidato l’Associazione per 7 anni, con impegno, sacrificio e dedizione, permettendo di raggiungere risultati positivi sia a livello sportivo, ma anche e soprattutto a livello educativo per le numerose ragazze che hanno vestito e vestono le nostre maglie. Agorà Volley augura al neo presidente un percorso ricco di soddisfazioni

Giuliano Telch

Il nuovo presidente Giuliano Telch si è messo subito a disposizione si è messo subito al lavoro per l’auspicato inizio della nuova stagione ed ha espresso il proprio ringraziamento al suo predecessore, ribadendo la continuità nelle linee programmatiche e di crescita di Agorà: “Ringrazio di cuore Mauro per tutto il grande lavoro svolto sino ad oggi e che continuerà a svolgere, visto che rimarrà attivo nel direttivo societario. Sicuramente ,come il mio predecessore, ritengo che sia fondamentale il contributo di tutti: famiglie, atlete, sponsor, amici e simpatizzanti dell’associazione, per poter proseguire nel nostro percorso. D’altra parte ritengo che la pallavolo ci insegna che è indispensabile il gioco di squadra per raggiungere gli obiettivi: lo schiacciatore non può schiacciare se l’alzatore non gli alza la palla che è stata ricevuta da un’altra compagna di squadra. E’ per me un vero onore essere il Presidente di questa Associazione sportiva e ringrazio nella fiducia in me riposta che spero di ripagare fornendo il mio massimo impegno”

Mauro Papagna

Da parte sua, Mauro Papagna ringrazia di cuore l’Agorà Volley per la positiva esperienza vissuta, le famiglie per i rapporti umani costruiti, le atlete per le emozioni che hanno fatto vivere in questi anni, i consiglieri per la preziosa collaborazione sempre prestata. ” L’impegno, soprattutto nell’ultimo periodo, stava diventando sempre più gravoso ed ho ritenuto opportuno fare un piccolo passo indietro. Dopo tanti anni, mi sembrava giusto un cambio, anche per fornire nuova linfa, entusiasmo e impegno, per il bene di Agorà da cui ho ricevuto molto di più di quanto ho dato o avrei voluto dare. Rimango comunque impegnato e disponibile per il bene dell’ Associazione”